Diritto Societario e Registro Imprese


Il Caso.it, Sez. Giurisprudenza, 25025 - pubb. 23/03/2021

Finalità del procedimento di cui all’art. 2409 c.c. e fondato sospetto di gravi irregolarità

Tribunale Bologna, 27 Luglio 2020. Pres. Florini. Est. Salina.


Finalità del procedimento di cui all’art. 2409 c.c. - Fondato sospetto di gravi irregolarità - “Gravità” e “attualità” delle condotte amministrative “irregolari”



L’istituto disciplinato dall’art. 2409 c.c. ha la finalità di consentire all'autorità giudiziaria il ripristino della legalità e la regolarità della gestione della società, mentre il controllo giudiziale non può estendersi ai profili di opportunità e convenienza.

Oggetto di denuncia è il fondato sospetto di gravi irregolarità degli amministratori commesse in violazione dei doveri su di essi spettanti, purché attuali ed idonee a produrre una lesione patrimoniale per la società, mentre l'istituto è privo di rilievo sanzionatorio, proprio invece dell'azione di responsabilità.

Donde consegue che il giudizio sulla diligenza dell'amministratore nell'adempimento del proprio mandato non può mai investire le scelte di gestione o le modalità e le circostanze di tali scelte, anche se presentino profili di rilevante alea economica.

Inoltre, le irregolarità devono involgere l'intera attività della società, non assumendo rilievo l'illegittimità di singoli atti, autonomamente impugnabili, posto che, in caso contrario difetterebbe il requisito della residualità del procedimento ex art. 2409 c.c. (Antonio Sgambati) (riproduzione riservata)


Segnalazione dell’Avv. Antonio Sgambati



Il testo integrale