Diritto Civile


Il Caso.it, Sez. Giurisprudenza, 1762 - pubb. 19/06/2009

Cancellazione di ipoteca e poteri di verifica del Conservatore

Tribunale Torino, 10 Febbraio 2009. Est. Di Capua.


Ipoteca - Cancellazione dell’iscrizione - Controllo del Conservatore - Verifica della validità del consenso prestato - Esclusione.



Esula dai poteri del Conservatore, richiesto di procedere alla cancellazione di un’iscrizione di ipoteca, il controllo su elementi attinenti alla validità dell’atto di consenso anziché alla sua regolarità formale; pertanto, una volta accertato che l’atto di consenso sia stato effettuato per scrittura privata autenticata (ai sensi del combinato disposto degli artt. 2821 e 2835 c.c., richiamati dal citato art. 2882 c.c.), la presentazione a cura della parte interessata è sufficiente a vincolare il Conservatore a darvi seguito, senza che il medesimo abbia il potere-dovere di verificare la validità del consenso prestato, tanto sotto il profilo della provenienza da soggetto autorizzato a liberare il debitore quanto sotto il profilo della contestuale dimostrazione dell’estinzione del debito. (Edoardo Di Capua) (riproduzione riservata)


Il testo integrale